PAOLO SICA, Fiordaliso addio. Saggi autobiografici su Firenze, Lucca, Maria Pacini Fazzi editore, 2000.

Un'opera assolutamente singolare in cui una personale geografia, mai di informazione erudita ma sempre rielaborata in un approccio critico personale, esamina monumenti, spazi, luoghi, storia di Firenze alternandosi a ricordi personali, familiari, in un susseguirsi di capitoli biografici con capitoli saggistici il cui succedersi è fonte di scoperte, variato com'è su piani diversi, a sorpresa, con mutamenti improvvisi dello scenario e del timbro, con una libertà creativa ricca di energia speculativa e umana. Il contrappunto delle nove lettere di una studentessa americana è inserito nel testo a scandire in una chiave esistenziale diversa un approccio con la città da un mondo che da essa si fa sempre più lontano, in senso chiaramente allusivo. La struttura dell'opera fa di Fiordaliso addio un libro nuovo in cui il tentativo di fondere cultura e autobiografia, critica e narratività si esprimono in pagine di accattivante nitore: una sorta di saggio poetico, di struttura un po' enigmatica (il succedersi dei temi narrativi, le lettere americane, l'alternarsi di ricordi e di 'dissertazioni'), che si esprime attraverso una scrittura di una rarità preziosa, di una creatività complessa e tuttavia dominata che sembra assorbire quanto di meglio ci ha dato la prosa italiana del Novecento. Al suo interno saggismo e ironia, realismo e acutezza riflessiva si integrano in un continuo scambio di ruoli. La variegata, inesauribile ricchezza di questa prosa richiede una attenzione costante, talvolta difficile, ma di una difficoltà che coinvolge la partecipazione intellettuale ed emotiva del lettore.

 

Vai a:

PAGINA INIZIALE

BIBLIOGRAFIA COMPLETA

PROGETTI

 

Per ulteriori informazioni:

info@paolosica.it

 

Per informazioni o commenti sul sito, scrivere a webmaster@paolosica.it